mercoledì 29 ottobre 2008

terrina di pollo profumata alla salvia

Vorrei dire subito che non è una vera e propria terrina, l'ho chiamata così per il recipiente utilizzato per la sua cottura.
Occorrono: petto di pollo, salvia, mortadella di Bologna a fette sottili, 2 uova,grana grattugiato, formaggio a fette sottili(fontina oppure scamorza affumicata) , noce moscata, facoltativo un piccolo pugno di spinaci lessati.
Procedimento: tritate il petto di pollo a crudo (ho usato le lame del Braun), aggiungete la salvia e se li avete anche un piccolo pugno di spinaci lessati, servono a dare colore. Unite al composto il grana grattugiato e la noce moscata.
Foderate le pareti della terrina con le fettine di mortadella e poi iniziate a comporre la terrina a strati: un primo strato è costituito da parte della polpa del pollo tritata,sopra questo ponete le fette di mortadella e sopra queste le fette di formaggio, condite ogni strato con le uova battute leggermente. Procedete così fino ad esaurimento degli ingredienti e terminate con le fettine di mortadella. tra uno strato e l'altro potete porre anche qualche fogliolina di salvia.
mettete lo stampo della terrina a cuocere come di consueto a bagno maria in forno a 180° per circa 30-40 minuti. Lasciate raffreddare in forno.
Servite con insalata fresca.
L'ho preparata ieri e forse per la presenza degli spinaci e della salvia la parte "pollosa" ha assunto una delicata colorazione verde pastello, molto scenografica.

5 commenti:

manu e silvia ha detto...

Un piatto unico, sostanzioso, ma davvero buono!
Una preparazione originale invece del classico polpettone!! Chissà che bel colore verde che ne è risultato!!
un bacio

nino ha detto...

Ciao, girovagando un po di quà un po di là, sono finito da te.
Carina la ricetta, ma mi dovresti togliere un dubbio, hai usato il braun, ma il rasoio. EH EH EH
CIAO

marguerited ha detto...

ciao Manu e Silvia,
grazie della vostra visita. Il piatto è abbastanza sostanzioso e con una bella insalata risolve il pranzo.
Si conserva bene, ed il colore è davvero carino.
E' una valida alternativa al solito pollastro.
Buona serata
Marg

marguerited ha detto...

Ciao Nino,
dal tuo blog avevo capito che stavi nu pocu infuenzato, mali di stagione, guarisci presto.
Il Braun è proprio il rasoio, ilsegreto di questo piatto è che il pollo deve essere prima depilato e con la ceretta c'è qualche problema, naturalmente.
Ops forse ho confuso le marche ed era il Bosch, ma il Braun non fa anche gli elettrodomestici?
che distratta
Buona serata
marg

papavero di campo ha detto...

mi attira molto! devo provarla

una foto che mi piace molto

una foto che mi piace molto
penso sia di erwitt